fbpx

Il business di Google è la pubblicità.

Per proporci prodotti e servizi che vengano incontro ai nostri desideri, quindi, analizza i nostri comportamenti sulla rete.

Questo comportamento di Google, detto profilazione [http://tiny.cc/Google_Dati], non è apprezzato da molti.

Per questo, noi di Onbit, abbiamo pensato di regalarti questa piccola guida per tutelare la tua privacy su Google.

Se non ci fidiamo di Google, il primo passo è chiedere esplicitamente di non essere tracciati, lo si può fare andando su: https://adssettings.google.com e disattivando “Personalizzazione degli annunci

Se ci fidiamo, beh, Google utilizza diversi strumenti per acquisire dati su di noi.

Hai un account gmail?

Allora Google può accedere direttamente a tutte le informazioni inserite nel profilo.

SOLUZIONE: inserisci solo le informazioni obbligatorie ed effettua il login solo se ti serve.

Usi Google per autenticarti ad altri servizi?

Google fornisce un servizio di openID, uno strumento che permette di utilizzare il tuo account Google per accedere ad altri siti.

È molto comodo, ma utilizzarlo significa far sapere a Google che usi il sito in questione.

SOLUZIONE: crea un nome utente e una password diversa per ogni sito e affidati a un password manager.

Fai ricerche su Google e poi visiti i siti dei risultati?

Preziose informazioni per il noto motore di ricerca!

Penseresti che non essere loggati al tuo account sia sufficiente a non farti tracciare, giusto?

Purtroppo non è così, a Google basta un cookie (un piccolo file di testo sul browser) per profilarti.

SOLUZIONE: tutti i browser forniscono una modalità anonima (in Chrome si chiama “Navigazione in incognito“), una volta attivata è come se usassi un computer appena formattato.

E i siti su cui navighi?

Quasi tutti i siti utilizzano le statistiche gratuite di Google Analytics, questo significa che Google può seguirti in praticamente tutta la tua navigazione.

SOLUZIONE: il browser Firefox dispone di una modalità antitracciamento pensata apposta per disattivare simili strumenti di profilazione.

Segui questi accorgimenti e Google farà decisamente più fatica a scoprire cose su di te.

Se hai domande relative alla privacy, al GDPR o alla sicurezza informatica non esitare a contattarci, la nostra esperienza e la nostra professionalità sono a tua disposizione!

La prossima volta, su #OnbitRisponde: i social network ci profilano?

Continua a seguirci!